“JOVA” di Ciro Manfredi, Gennaio 2018.

cropped-coprtinagiovanni5.jpgPassate le feste di Natale, la Befana e i vari festeggiamenti con dolci di tutti i tipi ed abboffate a ripetizione, eccomi qui a riprendere, tra le mani, la mia passione più grande. Raccontare un’esperienza. La mia esperienza con la Pizza. Non è che a dicembre sia stato fermo eh, sono andato comunque girando. Esplorando ed Investigando alla ricerca di nuove Fantastiche. Poi un giorno bello e buono mi chiama Gianandrea: “Frà vedi che ci sta un pizzaiolo che ti ha dedicato na pizza, secondo me è buona”. Detto fatto. Macchina fotografica. Taccuino alla mano. Oggi si va da…

Ciro Manfredi, pizzaiolo e titolare di “Pizzeria Da Ciro” in Via Berlinguer 18, Scafati.

Avventura Fantastica 028 - Pizzeria Da Ciro 1Seguivo Ciro da qualche tempo, lui è uno di quei ragazzi che si sta affermando nel salernitano. Ma non lo conoscevo direttamente. Due chiacchiere a volo e mi ha fatto, da subito, una buonissima impressione. A pelle. Un ragazzone buono come la pasta di pane e con alle spalle tantissimi anni di gavetta e molte rinunce. 7 anni fa ha aperto questa attività, tutta sua, con tanti sforzi ed umiltà. È partito quasi per gioco e con tantissima passione. Quella stessa passione che arde in lui da quando era piccolo e lo zio, proprietario di pizzeria, lo portava con sé ad impastare. Tutto contento poi alla sera correva al banco perché doveva tagliare “a pizza ca rotella”. Io sorridevo quando mi ha raccontato queste cose perché sono scene stupende, ma lo osservavo ed era quasi intristito e malinconico. Il perché l’ho capito quando mi ha raccontato di aver mollato tutto per problemi economici ed è partito per lavorare in un ristorante a Capri. Guadagnava, sì. E a campà, campava. Ma non era felice. Ed i soldi non sempre fanno la felicità. Ma aiutano a realizzare i sogni. Il suo era quello di aprire un locale a Scafati. L’ha fatto. Ci è riuscito con tantissimi sacrifici, mettendosi contro anche parte della famiglia. Ha iniziato con un locale piccolo, un solo forno ed un solo cameriere. Testardo e capatosta come ho capito che è, si è messo sotto. Ha dato tutto. I forni sono due ora. I camerieri 4 ed il locale è più grande. Dedizione e volontà non gli mancano. La stessa dedizione l’ha usata per accunciare la pizza FANTASTICA che mi ha dedicato…

IMG_1016Pizza Nel Rutelluccio allardiato. Crema di Ricotta e Friarielli. Provola di Bufala. Polpettine di Cinghiale fritte. Nduja. Fonduta di Cacioricotta. “JOVA” chiattamente FANTASTICA!!!Avventura Fantastica 028 - Pizzeria Da Ciro 3Avventura Fantastica 028 - Pizzeria Da Ciro 4E chi lo sapeva che a Scafati nu chiattone comme a me, ca faccia simpatica ed il sorriso sulle labbra sfornava na pizza accussì bona. E non perché me l’ha dedicata. Non perché porta il mio nome. Ma perché è golosa. Ragionata. Quel chiattone ha azzeccato e messo insieme na parte dei sapori che più mi piacciono. I contrasti, le consistenze. O guaglione s’è mise proprio ca capa e co pensiero. Voleva entusiasmarmi e ci è riuscito in pieno.

 La cosa più bella è che è cotta nel rutiello. Allardiato. Ed è tutto dire. Piglia nu rutelluccio e lo unge con un velo di sugna accussì in cottura la pasta di pane piglia o sapore e si fa la base scrocchiarella e saporita. Ciro dedica particolare attenzione alla cottura che non avviene alla fiamma viva del forno a legna ma sulle braci ad una temperatura più bassa e dolce. Facendo così ottiene un risultato spettacolare e la cottura risulta perfetta. Vi do un consiglio, guardatevi le immagini ingrandite.

Avventura Fantastica 028 - Pizzeria Da Ciro 7Avventura Fantastica 028 - Pizzeria Da Ciro 12L’impasto è spaziale. Idratato bene e maturato ancora meglio. Digeribilissimo e molto profumato. Di pane, di grano. Usa un blend di farine. Poco mollicoso e con una struttura assurda. Alveolata e molto scioglievole al morso. Assurdo per una napoletana ‘nto rutiello. Avventura Fantastica 028 - Pizzeria Da Ciro 8 Il topping non è assolutamente da meno, è na capata assurda. La crema di friarielli e ricotta è intensissima cu chella “ ’ntecchia” (con quel pochino) amara che pizzica sulla punta della lingua. Così cremosa che avvolge tutto il palato e lo prepara bene agli altri sapori. Le polpettine fritte di carne di cinghiale non si mantengono proprio. La parola d’ordine è: fritta. Appunto. Con la sua bella crosticina croccante e dal cuore tenero, morbido, quasi fondente.

Avventura Fantastica 028 - Pizzeria Da Ciro 10Avventura Fantastica 028 - Pizzeria Da Ciro 14La carne di cinghiale ha un sapore intenso. Forte. Deciso. Ammiscata col pane e con qualche spezia diventa equilibratissima. La provola regala quel retrogusto di affumicato che co friariello va a nozze proprio. La fonduta di cacioricotta invece è liquida ed aggiunge una nota dolce e piacevole. Il morso è golosissimo e piacione. Tutti i sapori sono ben equilibrati e si sentono distintamente. Rimani senza parole quando all’improvviso senti anche la nota piccante della nduja. Forte assai, picca na bellezza ed allunga ancora di più il piacere. Il piacere di una pizza fantastica che porta il mio nome. Non per il mio nome. Una pizza che mi ha fatto emozionare perché è bbbuonissima. Ma anche per l’amore, il tempo e l’attenzione che Ciro ci ha dedicato. Un regalo. Di quelli fatti col cuore. Grazie Ciro. Continua a sognare…i sogni, come il tuo, si avverano.

Signori e signore, questa è una Pizza Fantastica. Benvenuti nel mio Mondo.

Se ti è piaciuto, seguimi anche sugli altri account social, basta cliccarci su:

Cià.

 

 

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s